Il sinkhole di Marcellina del 2001 (Monti Lucretili, Lazio)


Published: 22 December 2020
Abstract Views: 551
PDF: 362
Publisher's note
All claims expressed in this article are solely those of the authors and do not necessarily represent those of their affiliated organizations, or those of the publisher, the editors and the reviewers. Any product that may be evaluated in this article or claim that may be made by its manufacturer is not guaranteed or endorsed by the publisher.

Authors

Nel gennaio 2001 si verificò presso Marcellina (area metropolitana di Roma), alle pendici occidentali dei Monti Lucretili, un fenomeno di sprofondamento catastrofico improvviso. Il sinkhole é collocato in località Pozzo Grande, area pianeggiante posta allo sbocco di diversi valloni che solcano profondamente la dorsale carbonatica (Fig. 1). Dopo molti decenni, fu il primo caso documentato in tempo reale nel territorio provinciale di Roma; la memoria storica porta infatti agli analoghi collassi osservati nella vicina bassa Valle del Tevere, presso Leprignano (l'odierna Capena), ripetutisi ciclicamente tra la fine del XIX secolo e le prime decadi del Novecento (Console e Nisio 2020), in un'area che di recente ha dato segni di attività con l'evento sismico di bassa magnitudo del 4 ottobre 2020 e una serie di boati percepiti nei giorni successivi [...].


Argentieri, A., & Di Filippo, M. . (2020). Il sinkhole di Marcellina del 2001 (Monti Lucretili, Lazio). Acque Sotterranee - Italian Journal of Groundwater, 9(4). https://doi.org/10.7343/as-2020-491

Downloads

Download data is not yet available.

Citations